Vangelo del 22/11/2020

Vangelo

Egli separerà gli uni dagli altri. (Mt 25, 31-46)

Alla religione della carità necessariamente si deve aggiungere la religione della grazia, della verità, della luce, della vita eterna, della rigenerazione, della creazione dell’uomo nuovo. Senza la religione dello Spirito Santo e della grazia e verità, non si avrebbe alcun bisogno di Gesù Signore e neanche della Chiesa. Gli stessi apostoli a nulla servirebbero. Sarebbe sufficiente mettere alcuni megafoni per le strade con il compito di ricordare che le opere di misericordia aprono le porte del regno eterno. Ma l’uomo, senza la grazia, è sordo, cieco, muto. Non vede il povero e neanche lo ascolta.

Questa voce è stata pubblicata in Generale, Pensieri per l'anima. Contrassegna il permalink.