L’Ora della Madre

michelangelo-pieta2

In questo cammino di passione e di compimento Maria ha il primo posto. Maria è la donna della fede e dell’amore, è la madre di tutti i credenti.  Il Sabato santo è il giorno del riposo di Cristo: è l’ora della Madre nella quale si è misticamente raccolta tutta la Chiesa soffrendo e sperando, implorando ed amando. Maria, unica luce nell’oscurità del mondo, vivida fiamma sullo spegnersi dei cuori, perché né apostoli, né amici, né donne fedeli sapevano credere che il maestro sarebbe risorto glorioso. Maria veglia credendo e pregando, torturata dal dubbio, tentata da satana, ma sola, resiste portando il peso della sua suprema partecipazione al mistero salvifico del Figlio, in obbedienza al disegno del Padre. Maria ha completata con la sua obbedienza la nostra redenzione. Tutte le attese del mondo e dell’umanità diventano nel suo animo grido possente per richiamare dai morti il Figlio ucciso, l’autore della vita, perché se Cristo non fosse risorto vana sarebbe la nostra fede e non avrebbe senso la nostra esistenza terrena. In questo grande Sabato, la fede di tutta la Chiesa, la speranza di ogni creatura sta nel cuore della Madre.Tutta la Chiesa si raccolse nel suo cuore di Madre e con tutta la Chiesa si raccolsero e fiorirono in lei le speranze e le attese del mondo. E’ Lei la Chiesa che crede oltre ogni evidenza e spera contro ogni speranza, chiamandola fino al supremo olocausto.

Questa voce è stata pubblicata in Generale, Pensieri per l'anima. Contrassegna il permalink.