San Leone Magno

VANGELO (Lc 17,7-10)
Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare.

ascolto

In quel tempo, Gesù disse:
«Chi di voi, se ha un servo ad arare o a pascolare il gregge, gli dirà, quando rientra dal campo: “Vieni subito e mettiti a tavola”? Non gli dirà piuttosto: “Prepara da mangiare, strìngiti le vesti ai fianchi e sérvimi, finché avrò mangiato e bevuto, e dopo mangerai e berrai tu”? Avrà forse gratitudine verso quel servo, perché ha eseguito gli ordini ricevuti?
Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: “Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare”».

Commento

Sempre la Scrittura ha insegnato l’inutilità degli idoli. L’idolo è essere inutile, perché in se stesso è essere inutile, perché è un pezzo di legno o di pietra o metallo fuso. L’idolatria è infatti l’adorazione del niente, del nulla, al quale vengono attribuito poteri di onnipotenza. Quando un uomo diviene idolatra, significa che ha raggiunto il colmo della stoltezza e dell’insipienza. È senza ragione, senza discernimento, totalmente cieco, privo di ogni intelligenza, carente di ogni sapienza. È divenuto stolto per natura.
Gesù vuole che tutti i suoi discepoli si considerino servi inutili. Non si tratta però della stessa inutilità dell’idolo. Loro sono pieni di Dio, di Spirito Santo, verità, santità, giustizia. La grazia del Signore è scesa con abbondanza sopra di essi. Perché allora devono proclamarsi servi inutili? Sono servi inutili, perché è Dio che opera tutto per loro tramite. È lo Spirito Santo il motore della loro vita. È Cristo Gesù la grazia e la verità di ogni loro opera. È la Vergine Maria che intercede perché essi possano perseverare sino alla fine. È il Cielo tutto che interviene e spinge verso il bene più grande.
Se è Dio che opera tutto in tutto, nessuno si potrà mai gloriare di nulla. Nessuno potrà mai attribuirsi ciò che non viene da lui. Ecco come San Paolo annunzia questo mistero.
È Dio che opera in lui. È il Signore la sorgente, il principio, la verità, la santità, la grazia, la giustizia del suo agire, pensare, volere, dire, fare. Se tutto è Dio, lui è solo uno strumento inutile. Dio può sempre fare a meno di lui. Solo per grazia si serve di lui.

Questa voce è stata pubblicata in Generale. Contrassegna il permalink.