31 maggio

Maria

Cara e tenera mia madre Maria,
tenetemi la vostra santa mano sul capo:
custodite la mia mente, il mio cuore, i miei sensi,
perché non m’imbratti di peccato.
Santificate i miei pensieri, affetti, parole ed azioni, perché possa piacere a voi ed al vostro Gesù e Dio mio,
e giunga al santo Paradiso con voi.
Gesù e Maria, datemi la vostra santa benedizione (s’inchina il capo e si dice):
In nome del Padre, del Figliuolo, dello Spirito Santo. Così sia.

Beato Giacomo Alberione

Questa voce è stata pubblicata in Con lo sguardo rivolto a Maria. Contrassegna il permalink.