Mercoledì della XXVII settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

VANGELO   (Lc 11,1-4) Signore, insegnaci a pregare.
amore di Dio Gesù si trovava in un luogo a pregare; quando ebbe finito, uno dei suoi  discepoli gli disse: «Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni  ha insegnato ai suoi discepoli». Ed egli disse loro: «Quando pregate, dite: Padre, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno; dacci ogni giorno il nostro pane quotidiano, e perdona a noi i nostri peccati, anche noi infatti perdoniamo a ogni nostro debitore, e non abbandonarci alla tentazione».

Commento

“Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli”. Una domanda precisa, rivolta oggi a Gesù. L’evangelista Luca ci presenta una versione più breve, ridotta all’essenziale, della preghiera insegnata da Gesù, che Matteo ha riportato nel discorso della montagna. Gesù è il nostro maestro di preghiera. Tutto quello che gli chiediamo ce lo insegna nel Padre Nostro: il compimento del suo regno, il pane quotidiano, la sua misericordia, la liberazione dal peccato, ecc. Perciò, noi cristiani, abbiamo il dovere di riservare uno spazio tutto per il Signore, per lodarlo, ringraziarlo per i suoi prodigi in mezzo a noi, rendergli culto e per l’ascolto della sua parola, affinché sia fatta la sua volontà. Per noi ed in noi.    

Questa voce è stata pubblicata in Generale. Contrassegna il permalink.