Martedì della I settimana di Quaresima

VANGELO   (Mt 6,7-15) Voi dunque pregate così.
amore di Dio In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Pregando, non sprecate parole come i pagani: essi credono di venire  ascoltati a forza di parole. Non siate dunque come loro, perché il Padre  vostro sa di quali cose avete bisogno prima ancora che gliele  chiediate. Voi dunque pregate così: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non abbandonarci alla tentazione, ma liberaci dal male. Se voi infatti perdonerete agli altri le loro colpe, il Padre vostro che  è nei cieli perdonerà anche a voi; ma se voi non perdonerete agli  altri, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe».

Commento:

La quaresima è un tempo in cui seguire Gesù nel deserto interiore e lasciare che la nostra anima, infine, ci raggiunga. Ma, per farlo, abbiamo bisogno di recuperare lo spazio dell’interiorità, del silenzio, della preghiera. Gesù stesso, oggi, ci insegna a pregare senza sprecare parole, senza contrattare con un Dio sordo e insensibile, ma rivolgendoci ad un Padre che sa di cosa abbiamo bisogno. Forse è questa la ragione per cui la nostra preghiera, troppo spesso, non viene ascoltata: non è ad un Padre che ci rivolgiamo, ma a un despota, a un politico potente da convincere, a qualcuno da corrompere. Gesù, nella straordinaria preghiera del Padre nostro, ci insegna chi è Dio, un Padre che vuole il bene dei suoi figli, e chi siamo noi, dei fratelli a cui è affidato il mondo. Ci insegna cosa è necessario alla nostra vita (il pane senza accumulo), cosa ci rende liberi (il perdono), cosa dobbiamo temere (la parte oscura, il demonio). In questo tempo di desertificazione riprendiamo in mano la preghiera del Maestro, la più preziosa, riscopriamone il sapore, la forza devastante, l’audacia, la tenerezza. Nessuno, nella storia dell’umanità, ha mai osato dire tanto di Dio…   

Questa voce è stata pubblicata in Generale. Contrassegna il permalink.