Feria propria dell’8 Gennaio

VANGELO   (Mc 6,34-44) Moltiplicando i pani, Gesù si manifesta profeta.
pani e pesci bis In quel tempo, sceso dalla barca, Gesù vide una grande folla, ebbe  compassione di loro, perché erano come pecore che non hanno pastore, e  si mise a insegnare loro molte cose. Essendosi ormai fatto tardi, gli si avvicinarono i suoi discepoli  dicendo: «Il luogo è deserto ed è ormai tardi; congedali, in modo che,  andando per le campagne e i villaggi dei dintorni, possano comprarsi da  mangiare». Ma egli rispose loro: «Voi stessi date loro da mangiare». Gli  dissero: «Dobbiamo andare a comprare duecento denari di pane e dare  loro da mangiare?». Ma egli disse loro: «Quanti pani avete? Andate a  vedere». Si informarono e dissero: «Cinque, e due pesci». E ordinò loro di farli sedere tutti, a gruppi, sull’erba verde. E  sedettero, a gruppi di cento e di cinquanta. Prese i cinque pani e i due  pesci, alzò gli occhi al cielo, recitò la benedizione, spezzò i pani e  li dava ai suoi discepoli perché li distribuissero a loro; e divise i  due pesci fra tutti. Tutti mangiarono a sazietà, e dei pezzi di pane portarono via dodici  ceste piene e quanto restava dei pesci. Quelli che avevano mangiato i  pani erano cinquemila uomini.

Commento
Siamo nella luce dell’Epifania, presenza velata che vuole  manifestarsi nei nostri cuori e attraverso noi nel mondo. È  l’avvenimento che deve illuminare questa settimana. Che cosa c’è di più  importante nella vita, che amare con verità e tenerezza? Ci sono,  infatti, tante caricature dell’amore.
L’amore non fa calcoli, si dona con sovrabbondanza, come le ceste piene  di pezzi di pane che rimasero dopo che tutti ebbero mangiato a sazietà.  La Parola di Dio fatta carne si fa nutrimento spirituale in ogni  Eucaristia.
Riscopriamo il nostro stato di figli di Dio, di mendicanti di Dio. Al di  fuori dell’amore, vedremo soltanto infantilismo, umiliazione.  Nell’amore, comprenderemo che tutto è differente: siamo figli prediletti  del Signore e dobbiamo comportarci con gli altri di conseguenza.

Questa voce è stata pubblicata in Generale. Contrassegna il permalink.